Home » Come il Modello dei due cervelli può aiutarti a creare strategie di Branding efficaci

Come il Modello dei due cervelli può aiutarti a creare strategie di Branding efficaci

Il “Modello dei due cervelli” di Kahneman afferma che ci sono due sistemi di pensiero coinvolti nella nostra mente: il Sistema 1 e il Sistema 2. Il Sistema 1 è il nostro modo di pensare veloce, automatico e intuitivo, mentre il Sistema 2 è il nostro modo di pensare lento, consapevole e razionale.

Sistema 1: pensiero veloce intuitivo

Il Sistema 1 è il nostro modo di pensare primario e automatico, che utilizziamo per prendere decisioni rapidamente e in modo intuitivo. Il Sistema 1 viene utilizzato per risolvere problemi semplici e veloci, come riconoscere volti familiari, rispondere a domande semplici e prendere decisioni istintive.

Un esempio di utilizzo del Sistema 1 potrebbe essere quello di scegliere un prodotto sullo scaffale del supermercato senza pensarci troppo. Quando siamo davanti a una vasta scelta di prodotti, il Sistema 1 ci aiuta a prendere una decisione rapida e istintiva. Ad esempio, quando vediamo una bottiglia di Coca-Cola rossa, riconosciamo immediatamente il marchio e possiamo decidere di acquistarla senza pensare troppo alle alternative.

Sistema 2: pensiero lento razionale

Il Sistema 2, invece, è il nostro modo di pensare lento e razionale, che utilizziamo per risolvere problemi complessi e ragionare attentamente. Il Sistema 2 viene utilizzato per prendere decisioni più ponderate, come risolvere problemi matematici o scegliere un percorso per risolvere un compito complesso.

Un esempio di utilizzo del Sistema 2 potrebbe essere quello di scegliere un nuovo logo per la propria azienda. Qui, la decisione richiede una riflessione più attenta e un’analisi razionale dei diversi aspetti da considerare, come la coerenza con la brand identity, l’impatto visivo, la memorabilità e l’adattabilità a diverse piattaforme e formati. In questo caso, il Sistema 2 viene utilizzato per prendere una decisione ponderata e razionale che influenzerà la percezione del brand da parte del pubblico.

Distorsioni Cognitive

Inoltre, Kahneman sostiene che la nostra mente è influenzata da una serie di errori di pensiero (distorsioni cognitive) o “bias” , che possono portarci a prendere decisioni irrazionali. Questi bias includono l’effetto di ancoraggio, l’errore di rappresentatività e l’errore di disponibilità.

Comprendere il “Modello dei due cervelli” e i bias di pensiero di Kahneman può aiutarci a creare campagne pubblicitarie efficaci, a sviluppare prodotti che soddisfino le esigenze dei clienti e a fornire informazioni pertinenti per le decisioni di acquisto dei consumatori. L’obiettivo quindi è quello di sfruttare il Sistema 1 dei destinatari della comunicazione in modo efficace, presentando il prodotto in modo attraente e coinvolgente, mentre si forniscono anche informazioni pertinenti per il Sistema 2, in modo che possano prendere decisioni di acquisto consapevoli e razionali.

Il modello “Big Five” e il suo ruolo nelle attività di branding

A cosa serve fare Branding per un Azienda o un Prodotto?

Il potere dell’effetto di ancoraggio: come influisce sulle scelte dei consumatori

Il fallimento del Branding: la trappola delle promesse non mantenute