Home » Come gli Archetipi possono aiutarti a creare una connessione emotiva con il tuo pubblico

Come gli Archetipi possono aiutarti a creare una connessione emotiva con il tuo pubblico

Hai mai notato come alcuni brand riescano a connettersi emotivamente al loro pubblico, mentre altri rimangono totalmente asettici, indifferenti? La differenza potrebbe essere tante, ma oggi pensiamo che possa risiedere nella capacità delle aziende di sfruttare in modo efficace l’utilizzo degli archetipi nella loro strategia di branding.

Gli archetipi, coniati da Carl Gustav Jung, sono 12 e rappresentano dei modelli più o meno universali di comportamento, caratteristiche e motivazioni che si manifestano in tutte le culture da sempre. Vediamoli in modo sintetico:

  • L’Angelo Custode è caratterizzato dalla preoccupazione per gli altri e dalla compassione.
  • Il Sovrano esercita il controllo ed è responsabile, autorevole e leader.
  • Il Creatore costruisce cose nuove ed è dotato di immaginazione e creatività.
  • L’Innocente conserva e rinnova la fede e l’ottimismo e promuove la purezza di cuore, la bontà, l’ottimismo e l’integrità.
  • Il Saggio comprende il tuo mondo e ricerca la verità attraverso la saggezza e la conoscenza.
  • L’Esploratore ricerca l’autenticità attraverso l’autonomia, l’ambizione e la capacità di seguire l’istinto.
  • L’Eroe agisce con coraggio, trasuda forza e potenza e combatte l’ingiustizia.
  • Il Mago trasforma il sogno in realtà e si caratterizza per la visione, la genialità e l’innovazione.
  • Il Ribelle infrange le regole e si caratterizza per l’anticonformismo, lo spirito libero e la rivolta contro l’ingiustizia.
  • L’Uomo Comune è in contatto con gli altri ed è caratterizzato dalla solidità e dalla realtà.
  • Il Burlone esprime energia e divertimento e sa andare oltre il mondo consueto, esprimendo irriverenza e spontaneità.

Ma come potremmo sfruttare gli archetipi nella nostra strategia di branding in modo efficace? La chiave è sicuramente conoscere il nostro target (pubblico) e le sue necessità e bisogni. Solo in questo modo potremmo trovare il giusto archetipo che più si avvicina ai nostri valori ed obiettivi. Facciamo un esempio, se un’azienda sceglie di utilizzare l’archetipo dell’eroe, può rappresentare il proprio prodotto o servizio come uno strumento che aiuta i clienti a superare le difficoltà quotidiane, pensa a Nike con la sua famosissima campagna “Just Do It”.

Devi però tenere in considerazione che l’utilizzo dei soli archetipi non ti garantirà il successo. Partiamo dal fatto che dovresti adottare un approccio strategico e coerente con l’archetipo scelto, e ovviamente con la creazione di uno storytelling di marca che risuoni in modo memorabile al tuo pubblico.
Poi diamo per scontato che dovresti avere dei prodotti o servizi di qualità, una customer care efficiente, una brand reputation e molti altri fattori che influiranno sulla percezione che il tuo consumatore ha del tuo brand.

Gli archetipi nel branding sono come le tessere di un puzzle che, se usate con maestria, creano un’immagine emozionale nella mente del tuo consumatore.

I valori che trasformano i brand: consigli di branding con Graziano Giacani in Inversione di Marca

I Supereroi del Branding, le leggende dietro i brand di successo!

Storytelling nel Marketing Online: confronto tra Scrittura Creativa e Copywriting

Racconti che ispirano e brand che durano: come lo Storytelling cambia il mondo del business